PATTO SANITARIO DIGITALE: tutte le novità

PATTO SANITARIO DIGITALE: tutte le novità

Risale a giugno 2016 il Patto per la Sanità Digitale, che si presenta come un piano strategico unitario e condiviso e che ha come obiettivo quello di rendere il Servizio Sanitario Nazionale quanto più efficiente, trasparente, sostenibile e uniforme possibile. Se in alcune Regioni, ad esempio, il Fascicolo Sanitario Elettronico è già una realtà consolidata, in altre, purtroppo, la digitalizzazione è ancora poco diffusa. Si rivela così fondamentale la necessità di migliorare l’offerta per raggiungere un livello superiore a quello attuale, perseguendo una visione di servizio sanitario fortemente attrattivo e competitivo.
È proprio il 2017 l’anno in cui premere sull’acceleratore per arrivare a modernizzare e migliorare l’organizzazione e la produzione dei servizi sanitari, potenziando la comunicazione e la collaborazione tra le varie parti interessate: operatori pubblici e privati del settore, utenti dei servizi e aziende coinvolte come fornitori.
Al centro del Patto Sanitario è l’intenzione di raggiungere una migliore assistenza e cure più adeguate per i pazienti (non solo quelle nelle strutture sanitarie , ma anche quelle previste a domicilio) fino ad ridurre le attese in ospedale e ad evitare inutili ricoveri. Per ottenere risultati così ambiziosi sarà tuttavia necessario impegnarsi in una formazione adeguata e diffusa a tutti gli attori del SSN.
Non ultimo, tra gli obiettivi figura anche un risparmio, stimabile fra gli 8 e i 10 miliardi quando l’organizzazione sarà a regime.
Per gestire tutte le operazioni necessarie all’evoluzione che si intende attuare verrà attivata una Cabina di Regia del Nuovo Sistema Informativo Sanitario, che verrà affidato il preciso compito di monitorare ogni iniziativa che possa rivelarsi d’aiuto alla creazione di un linguaggio comune tra programmi e tecnologie.

 

Qui è possibile leggere il testo integrale del Patto per la Sanità digitale.